Numero 1

 

EDITORIALE

Benvenuti sul primo numero di Colla – Una rivista letteraria in crisi. La formula è semplice: sei racconti di sei diversi autori e un editoriale introduttivo.

Perché Colla?
Perché ci proponiamo di riunire, in un’unica pubblicazione, scrittori già affermati, esordienti talentuosi e autori inediti di prospettiva, e perché vogliamo incollare insieme testi narrativi eterogenei, senza vincoli stilistici o tematici, con la sola discriminante della qualità della scrittura.
Perché Una rivista letteraria in crisi?
Perché la crisi è il momento in cui la realtà si mostra ai nostri occhi sotto una luce nuova, in cui non si può dare più nulla per scontato, in cui si è costretti ad abbandonare le proprie convinzioni per rimettersi in gioco. E per Colla, la buona narrativa, anche quella che si pone come principale obiettivo l’intrattenimento, ha il compito di mettere in discussione le certezze, suggerendo prospettive insolite.
Che poi lo faccia attraverso approcci diversi, come possono esserlo in questo numero la rievocazione di un evento che segna il passaggio tra due età (Perla e Settembre), il racconto delle vite di personaggi fuori dagli schemi (Elogio di Scott e Zelda e Incrocio beatnik) o lo svelamento dei meccanismi spietati che si nascondono dietro a una serata in discoteca o a una festa di paese (Serata al massimo e Un pezzo dolce dolce dolce che farà sciogliere i cuori di tutti come panna montata), rappresenta secondo noi un ulteriore arricchimento.

Marco Gigliotti

 

Perla
di Emiliano Poddi

Il tetto era un enorme cappello di pietra, a cono come ce l’hanno i maghi. Ma il vertice di questo cono non faceva in tempo a diventare punta che subito sbocciava in una specie di calice, sempre di pietra. E in cima a ogni cosa c’era una sfera bianca, perfetta, grande più o meno come un pallone da basket. Continua a leggere

Elogio di Scott e Zelda
di Monica Dall’Olio

Con grande stanchezza un giorno le chiese con parole diverse: “E allora dove te ne vai, da che parte?”. “ Verso la vita,” disse lei, “Verso la vita”.
Scott e Zelda s’incontrano al Country club di Montgomery, in Alabama. Continua a leggere

Un pezzo dolce dolce dolce che farà sciogliere i cuori di tutti come panna montata
di Antonio Marzotto

C’è un ragazzo che potrebbe apparire quasi stupido che balla senza sosta, ma con un certo metodo – apparentemente studiato fin nei minimi dettagli – in mezzo ad una piazza allestita a pista da ballo, mentre l’orchestra si dà da fare disperatamente con un pezzaccio tipo disco anni ’80 decisamente brutto per non dire bruttissimo. Continua a leggere

Serata al massimo
di Andrea Santoro

Finalmente venerdì sera.
Aspetti le undici per uscire perché prima è da sfigati. A casa non sai cosa fare, sei stanco, vorresti mettere il pigiama e leggere Topolino, ma prima hai sentito i tuoi amici con un giro di sms, confermati da un altro giro di telefonate, e avete deciso di incontrarvi in un pub del centro e poi andare a ballare. Continua a leggere

Settembre
di Giulia Ottaviano

Ero la nipote più giovane e ogni mattina, d’estate, mi spettavano dei precisi doveri.
Dovevo comprare il pane per tutti e il giornale per il nonno che, successivamente, in ordine di importanza ed età, sarebbe andato al resto della famiglia. Continua a leggere

Incrocio beatnik
di Flavio Stroppini

L’incrocio sta al centro della città, a fianco della stazione che porta a Nord. Lo si può dividere in quattro angoli. Quello del bar, quello dell’hotel, quello del negozio di dischi e quello del piccolo supermercato. Continua a leggere